Categoria: Avvisi
Stato: Archiviata
7 giugno 2018

Pubblicata la proposta della Commissione europea per il prossimo Programma Quadro per la ricerca e l'innovazione, Horizon Europe

Horizon Europe sarà lo strumento per il finanziamento della ricerca e innovazione in Europa per il periodo 2021-2027.
Pur continuando a promuovere l'eccellenza scientifica attraverso lo European Research Council, le borse Marie Sklodowska-Curie e le azioni del Joint Research Centre, Horizon Europe si propone di aumentare ambizione e impatto scientifico, economico e sociale della ricerca europea.

La dotazione finanziaria del prossimo Programma Quadro prevede 100 miliardi di euro ed include 97,6 miliardi di euro per Horizon Europe (di cui 3,5 stanziati a titolo del Fondo InvestEU) e 2,4 miliardi di euro per il programma Euratom.

Horizon Europe manterrà la struttura a tre pilastri con le seguenti caratteristiche e novità:

  1. Open Science: 25,8 miliardi di € per supportare progetti di ricerca di frontiera condotti da ricercatori in continuità con Horizion 2020. I progetti saranno sostenuti dallo European Research Council (16,6 miliardi), da borse e scambi Marie Skłodowska-Curie (6,6 miliardi) e attraverso l’investimento in infrastrutture di ricerca all’avanguardia (2,4 miliardi), le FET rientreranno invece nel terzo pilastro.
  2. Global Challenges and Industrial Competitiveness: 52,7 miliardi di € per la competitività Industriale e le sfide sociali che vengono ricondotte ad un unico pilastro rispetto ad Horizon 2020. Resta l’approccio top down, ma con una differenza nella divisione per aree tematiche. Verranno individuati 5 cluster (50miliardi) di ricerca (health, inclusive and secure society, digital and industry, climate, energy and mobility e food and natural resources), nell’ambito dei quali verranno individuati specifici topic di ricerca, ai quali si affiancheranno le missioni stabilite di volta in volta in base alle esigenze dell'Unione Europea.In questo pilastro rientrano le attività realizzate dal Joint Research Centre (2,1 miliardi).
  3. Open Innovation: 13,5 miliardi di € per rafforzare la posizione dell’UE come leader mondiale nell’innovazione. Questo obiettivo verrà perseguito dal Consiglio europeo per l’innovazione (EIC)(10 miliardi). Parte integranete di questo pilastro sarà l’Istituto europeo per l’innovazione e la tecnologia (EIT), che sostiene la collaborazione tra imprese, istruzione e ricerca.
Attività trasversali
Trasversalmente alle attività promosse dai tre pilastri verranno portate avanti attività per il rafforzamento della European Research Area: più specificatamente verranno promosse attività di reforming and enhancing the European R&I system e attività di sharing excellence, per sfruttare pienamente il potenziale dei Paesi a basso tasso di partecipazione al programma, con un budget quasi duplicato rispetto al passato.

Principi fondamentali
  • Il principio della open science diventerà il modus operandi del nuovo programma, con l’obbligo di rendere disponibili tutti i dati e le pubblicazioni dei progetti finanziati.
  • Horizon Europe avrà un approccio alla creazione di partenariati maggiormente orientato a massimizzare l’impatto dei progetti sulla società.
  • Saranno inoltre previste azioni per rafforzare la cooperazione con i Paesi Terzi.

 <  Settembre 2018  > 
L M M G V S D
1
2
3
7
8
9
10
14
15
16
18
19
20
21
22
23
25
28
29
30
© Politecnico di Torino - Credits