Progetti "Metti in rete la tua idea di ricerca"

Nell’ambito della collaborazione tra la Compagnia di San Paolo e il Politecnico di Torino è stata promossa l’iniziativa pilota “Metti in rete la tua idea di ricerca”  che finanzia progetti di ricerca collaborativa, interdisciplinari e innovativi, presentati da ricercatori dell’Ateneo insieme con università, aziende e altri enti del sistema socio-economico. 

I 14 progetti selezionati, che hanno preso avvio a Settembre 2017 per una durata di due anni, vedono il coinvolgimento nel complesso di 27 partner di eccellenza tra università, centri di ricerca, imprese ed enti locali nella Regione Piemonte, in altre regioni italiane e in altri Paesi europei (Regno Unito, Francia, Germania, Paesi Bassi, Portogallo e Spagna). 

  • Stampa 3D di materiali compositi

    ADAMUS ha sviluppato  nuove metodologie per l’analisi e il progetto di strutture in composito ottenute per mezzo di processi di produzione additiva.

    L’obiettivo primario è sostituire, in un contesto unificato e all’interno di una visione industriale, gli attuali strumenti di simulazione e design al fine di sfruttare appieno tutte le possibilità che derivano da questa nuove tecnologie.

    Leggi tutto
  • Nuove tecnologie per le collezioni museali

    Il progetto di ricerca è stato dedicato a definire una nuova metodologia in cui gli strumenti BIM (Building Information Modeling) siano utilizzati in maniera non convenzionale. Lo scopo è costruire database 3D di piccoli oggetti, in particolare appartenenti a collezioni museali, sia per la ricerca scientifica che per l’allestimento di nuove piattaforme virtuali per la comunicazione.

    Leggi tutto
  • Metodi innovativi per la disinfezione delle acque

    Il progetto Bubbles4life ha sviluppato un metodo semplice, robusto e a basso costo che permetta la disinfezione dell’acqua nei paesi in via di sviluppo, sfruttando un processo fisico detto “cavitazione idrodinamica”.

    Leggi tutto
  • Tecnologie Innovative per la Sostenibilità Idrica

    Il progetto FLOWING aveva come obiettivi lo studio e lo sviluppo di innovative tecnologie di separazione a membrana nella purificazione e nel riuso di acque di giacimento altamente contaminate. I processi oggetto della ricerca sono stati la “forward osmosis, FO” e la “membrane distillation, MD”.

    Leggi tutto
  • Vetro per costruire

    Il progetto ha sviluppato innovativi coating funzionali, cioè pellicole trasparenti in materiale polimerico, capaci di migliorare le prestazioni meccaniche del vetro, con lo scopo di renderlo resistente al punto da poterlo utilizzare per elementi portanti di edifici.

    Leggi tutto
  • Infrastrutture integrate per la transizione energetica

    Il progetto “Heat in the pipe” è stato dedicato a valutare come i vettori elettricità, idrogeno, i combustibili biologici e sintetici possano combinarsi per una società più prospera, più inclusiva, più rispettosa delle risorse e dell’ambiente.

    Diversi scenari sono stati considerati per studiare in particolare l’evoluzione e il ruolo della rete del gas nella transizione energetica verso una maggiore penetrazione delle fonti rinnovabili.

    Leggi tutto
  • Materiali intelligenti per la crescita cellulare

    Il progetto HYDROLIGHT ha sviluppato nuovi substrati intelligenti per la crescita cellulare. Si tratta di materiali polimerici tipo idrogel, funzionalizzati con azopolimeri e ciclodestrine, capaci di cambiare struttura in modo reversibile, in seguito all’irradiazione da parte di luce laser.

    Leggi tutto
  • Microonde per monitorare gli alimenti

    Il progetto MIT-food, ha esaminato la possibilità di applicare la tecnologia dell’imaging a microonde per il monitoraggio della qualità e della sicurezza dei prodotti alimentari. L’obiettivo finale è stata la realizzazione di un dispositivo per la rilevazione della contaminazione dei prodotti alimentari non-distruttivo, senza contatto, a basso costo, totalmente sicuro per gli operatori e in grado di fornire un monitoraggio in tempo reale all'interno della catena di produzione.

    Leggi tutto
  • Nanotecnologie per erbicidi "verdi"

    I prodotti fitosanitari hanno un impatto significativo sulla qualità di suolo, acque superficiali e acque sotterranee. NANOGRASS ha sviluppato un approccio per ridurne la dispersione incontrollata in ambiente grazie a una nuova formulazione "verde" basata sull'uso di nanoparticelle biodegradabili.

    Leggi tutto
  • Polimeri per le nuove celle fotovoltaiche

    Le celle solari a perovskite rappresentano la più concreta tecnologia fotovoltaica di nuova generazione e si propongono come una valida alternativa al silicio tradizionale. Dopo aver raggiunto efficienze superiori al 22% in soli cinque anni, le celle a perovskite vanno ora stabilizzate e prodotte su larga scala: questo progetto ha utilizzato i materiali polimerici per raggiungere questi obiettivi.

    Leggi tutto
  • Sensori "smart" per l'Internet of Things

    Il successo del paradigma Internet-of-Things (IoT) passa attraverso lo sviluppo di sensori intelligenti capaci di convertire autonomamente dati grezzi in informazioni utili. Questo progetto ha sviluppato tecniche di progettazione automatica per l’implementazione di piattaforme portatili a ridotti consumi di potenza su cui poter integrare algoritmi di intelligenza artificiale per l’analisi dei dati.

    Leggi tutto
  • Muri vegetali per depurare l’acqua

    Il trattamento delle acque reflue rappresenta  una grande sfida per la sostenibilità, in quanto le tecnologie convenzionali hanno un costo elevato sia in termini economici che di consumo di energia. Il progetto Supergreen ha esplorato una soluzione tecnica sostenibile per il trattamento delle acque grigie,  attraverso l’uso di muri vegetali che darebbero la possibilità di riutilizzarle successivamente, nell’irrigazione o per riuso locale.

    Leggi tutto
  • Nuove forme di rigenerazione urbana

    Le città dell’Europa si trovano ad affrontare nuove tensioni e sfide causate dalla crisi economica e dai tagli allo stato sociale. Questo progetto ha contribuito a identificare di nuove forme di azione nelle città per contrastare le tensioni sociali, attivare il tessuto sociale dei quartieri e supportare lo sviluppo di comunità più inclusive. 

    Leggi tutto
  • Combattere le infezioni batteriche per la rigenerazione ossea

    Il trattamento delle fratture ossee rappresenta tuttora una sfida in ambito clinico in casi specifici. In particolare, risultano problematiche le fratture che avvengono in pazienti in cui, a causa di patologie (es. l’osteoporosi), la normale rigenerazione del tessuto osseo sia compromessa. Il progetto ZODIAC ha sviluppato biomateriali multifunzionali in grado di combinare in modo sinergico e mirato diversi effetti terapeutici per promuovere trattamenti avanzati nel campo della rigenerazione ossea.

    Leggi tutto