Categoria: Formazione
Stato: Corrente
29 aprile e 30 aprile

Il Secondo Pilastro di Horizon Europe - Sfide globali e competitività industriale europea: per una lettura trasversale dei bandi 2021: novità, struttura, opportunità, mission e partnership

29 aprile h 14-16 e 30 aprile h 10-13, webinar interno

Horizon Europe è il prossimo Programma Quadro europeo per la Ricerca e l’Innovazione per il periodo 2021-2027.
Il programma, in un’ottica di evoluzione rispetto all’attuale Horizon 2020, mira a rafforzare le basi scientifiche e tecnologiche dell'UE e dello spazio europeo della ricerca, migliorare la capacità innovativa, la competitività del sistema industriale europeo e a generare occupazione in Europa.

Il presente evento formativo, tenuto dai docenti dell’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea (APRE), presenterà il secondo Pillar- Sfide globali e competitività industriale europea, illustrandone le caratteristiche, con un approfondimento sulla struttura e le regole dei work programme (inclusi il template per la presentazione di proposte e i criteri di valutazione), le European Partnership e le mission.

La docente è la Dott.ssa Serena Borgna, punto di Contatto Nazionale (NCP) per le tematiche “SC2 - Food Security, Sustainable Agriculture and Forestry, Marine, Maritime and Inland Water Research and the Bioeconomy”, “ERC - European Research Council” e “ NMBP - Nanotechnologies, Advanced Materials, Advanced Manufacturing and Processing, and Biotechnology” per il Programma di Ricerca e Innovazione HORIZON 2020.

Programma del corso
29 Aprile
14:00 - Saluti introduttivi Dott.ssa Valentina Romano, Responsabile Ufficio Progetti Collaborativi Area Ricerca
14:15 - Il Secondo Pilastro In Horizon Europe
· Cosa abbiamo imparato da H2020
· Il Secondo pilastro nella struttura di Horizon Europe: elementi e budget
· Lo strategic plan e la lettura dell’impact pathway
· Sessione di domande
15:00 - Horizon Europe: gli elementi strutturali del programma (prima parte)
· I work programme di Horizon Europe
· Struttura, regole, tempistiche
· Template e criteri di valutazione
· Sessione di domande
16:00 - Fine del webinar

30 Aprile
10:00 - Horizon Europe: gli elementi strutturali del programma (seconda parte)
· I work programme di Horizon Europe
· Struttura, regole, tempistiche
· Template e criteri di valutazione
· Sessione di domande
11:00 – Analisi dei Work Programme
· Esercitazione
11:30 – Le European Partnership
· Cosa avevamo
· Le caratteristiche di Horizon Europe
· Aree di riferimento
· Sessione di domande
12:00 – Le Mission
· Sessione di domande
13:00 – Fine del webinar

L'evento è rivolto al solo personale del Politecnico di Torino.
È possibile iscriversi entro il 27 aprile al link (la compilazione del formulario non darà luogo ad una risposta di conferma). A tutti gli iscritti verrà fornito il link per collegarsi al webinar il giorno precedente all’evento.
Per ulteriori informazioni potete fare riferimento alla dott.ssa Valeria Di Caro (tel. 5931) dell’Ufficio Ricerca di Eccellenza e Mobilità dei Ricercatori, all’indirizzo: europoli@polito.it.

LA DOCENTE
Serena Borgna
Entra a far parte di APRE agli inizi del 2008 ed oggi ricopre il ruolo di Capo dipartimento per le Attività Istituzionali. È stata nominata dal MIUR Punto di Contatto Nazionale (NCP) per le tematiche “SC2 - Food Security, Sustainable Agriculture and Forestry, Marine, Maritime and Inland Water Research and the Bioeconomy”, “ERC - European Research Council” e “ NMBP - Nanotechnologies, Advanced Materials, Advanced Manufacturing and Processing, and Biotechnology” per il Programma di Ricerca e Innovazione HORIZON 2020, in prosecuzione delle attività già svolte negli stessi settori nell’ambito del VII Programma Quadro di R&ST. Ha un’ampia conoscenza dei meccanismi che sottendono i programmi europei di ricerca e innovazione grazie anche all’ esperienza pluriennale in gestione di progetti. Serena ha all’attivo numerose docenze sulla struttura di H2020 e su come strutturare una proposta di progetto europeo sui programmi SC2 - Bioeconomy, ERC e NMBP in Horizon 2020, presso Università e centri di ricerca, nonché sui partenariati istituzionali presenti nel programma stesso.