Circuiti integrati per l’Internet of Things

Titolo del progetto di ricerca

­ ULPIoT - Ultra Low Power and highly-scalable Interfaces for the Internet of Thing

Area scientifica 

Circuiti Integrati. Elettronica Analogica e Digitale

Marie Skłodowska-Curie fellow 

Orazio Aiello

Abstract 

Il progetto ULPIoT  è dedicato allo sviluppo di circuiti integrati a basso consumo per nodi Internet of Things (IoT) con un approccio innovativo, volto a tradurre le funzionalità analogiche in digitale per superare i limiti dei circuiti analogici tradizionali e unificare il flusso di progetto analogico e quello digitale.

Descrizione del progetto di ricerca 

Circuiti integrati di nuova concezione contribuiranno a rendere reale l’Internet of Things (IoT): la visione di un mondo interconnesso con sistemi elettronici integrati in oggetti di uso quotidiano (come auto, vestiti, elettrodomestici).

In particolare, ULPIoT parte dall’idea di ripensare le funzioni dei circuiti integrati analogici in termini digitali per affrontare le sfide di efficienza energetica, miniaturizzazione, portabilità tra diverse tecnologie e semplicità di progetto poste dalle applicazioni IoT. Viene proposto un flusso di progetto innovativo, che comprende la sintesi e la generazione automatica del layout dei circuiti analogici con minimo sforzo di progetto, a partire da descrizioni ad alto livello (per esempio in Verilog, VHDL), con le stesse metodologie e software impiegati in ambito digitale.

L’approccio adottato dal progetto porta a circuiti facilmente portabili da una tecnologia a un’altra e altamente riconfigurabili, così da poter adattare dinamicamente le prestazioni e i consumi alla quantità di energia disponibile, il che è di essenziale nelle applicazioni IoT. Allo stesso tempo consente di ridurre lo sforzo di progetto e i tempi per portare un prodotto sul mercato.

Il progetto è stato svolto in collaborazione con  la National University of Singapore. 

Impatto sulla carriera del ricercatore e sulla società 

Grazie alla Marie Skłodowska-Curie Global fellowshiop, Orazio Aiello ha avuto la  possibilità di svolgere un periodo di ricerca di due anni presso la National University of Singapore,  interagendo con accademici di alto livello nel campo dei circuiti integrati analogici e digitali e sviluppando capacità e indipendenza scientifica.

Più in generale, il progetto contribuisce alla crescita della ricerca europea sui semiconduttori attraverso l’acquisizione di know-how e competenze da realtà di ricerca avanzate.

Breve cv del Marie Skłodowska-Curie Fellow 

Orazio Aiello ha conseguito la Laurea Triennale e Magistrale in Ingegneria Elettronica presso l'Università di Catania nel 2005 e nel 2008, rispettivamente. Ha conseguito il titolo di formazione di eccellenza presso la Scuola Superiore di Catania (SSC) nel 2009 e il Dottorato in Ingegneria Elettronica al Politecnico di Torino nell’ ambito della Scuola Interpolitecnica di Dottorato (SIPD) nel 2013.

Ha esperienza in diversi segmenti del design di circuiti integrati. Le sue competenze si sono sviluppate nell’ ambito del lavoro di ricerca presso università internazionali e nella consulenza presso importanti aziende di semiconduttori. Ha lavorato in Italia, Olanda, Australia e Singapore.

Supervisori 

Paolo Crovetti, DET - Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni, Politecnico di Torino

Massimo Alioto, ECE-Electrical and Computer Engineering Department,  National University of Singapore

Organizzazione partner di progetto 

National University of Singapore, ECE-Electrical and Computer Engineering Department, Green IC group

ULPIoT project has received funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement No . 703988 

  • Budget: 247.730 euro
  • Data inizio: 1/02/2017
  • Data fine: 28/02/2020