Finanza cinese e trasformazioni urbane lungo la nuova via marittima della Seta in Africa

Titolo del progetto di ricerca

SURGE -  Sinofinancialization and urban change in Addis Ababa and Nairobi: an ethnography of private Chinese capital in African cities

Area scientifica 

Geografia Economica, Studi Sociali della Finanza, Urban Studies

Marie Skłodowska-Curie fellow

Andrea Pollio

Abstract 

Come sta cambiando l'Africa urbana in un mondo sempre più sinocentrico? Il progetto SURGE è dedicato alle trasformazioni urbane indotte da capitali cinesi privati in Africa orientale. In particolare, SURGE si occuperà delle operazioni di imprenditori cinesi lungo il braccio marittimo della nuova via della seta in Africa Orientale.

Descrizione del progetto di ricerca 

Il piano d’azione del Forum sulla cooperazione tra Cina e Africa (Beijing Action Plan 2019-2021) ha inaugurato ufficialmente la sezione africana della “Belt and Road”, la vasta piattaforma infrastrutturale destinata a rilanciare la centralità della Cina nelle rotte commerciali globali. Le città e i porti dell'Africa orientale diventeranno nodi cruciali del collegamento tra la Cina occidentale e l'Europa, attraverso il corridoio "blu" della nuova via della seta marittima.

In questo contesto, il progetto SURGE è dedicato allo studio delle operazioni del capitale cinese privato e si focalizza sui casi di due città che sono emerse come destinazioni principali della finanza cinese: Addis Ababa in Etiopia e Nairobi in Kenya. Le due città scelte ospitano esempi significativi dell’impatto urbano di capitali cinesi privati: dalle “export processing zones”, alle “special economic zones” manifatturiere, a hub tecnologici nei quali si concentrano ecosistemi di fintech, sino ai nuovi insediamenti residenziali supportati da capitale immobiliare cinese ai margini urbani di Addis Ababa e Nairobi.

La ricerca si svolgerà in due sedi: l’African Center for Cities dell’Università di Cape Town e il Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio del Politecnico di Torino.

Impatto sulla carriera del ricercatore e sulla società 

Il progetto  SURGE contribuirà allo sviluppo di carriera del ricercatore in un’area di studio di crescente interesse scientifico: il legame tra investimenti cinesi in Africa e i processi urbani da essi generati.

Gran parte della ricerca accademica sulle relazioni Africa-Cina si concentra su importanti investimenti statali, ma si sa molto poco sulle operazioni finanziarie private degli imprenditori cinesi, o sulla risposta delle città africane all'ingresso di tali capitali privati. Eppure, già nel 2017 più di 10000 imprese cinesi operavano nel continente africano. Il progetto SURGE contribuirà a colmare questa lacuna.

Breve cv del Marie Skłodowska-CurieFellow

Andrea Pollio ha ricevuto un dottorato in Geografia Economica e Urban Studies dall’Institute of Culture & Society, presso la Western Sydney University (2014-2019). Il suo lavoro di ricerca si colloca all’intersezione tra tecnologie digitali, sviluppo economico e trasformazioni urbane in Africa, ed è apparso in riviste quali IJURR, Environment and Planning A, gli Annals of the American Association of Geographers e in Urban Studies. Andrea ha lavorato come project manager in un progetto di consulenza sull’infrastruttura culturale di diverse municipalità all’interno dell’area metropolitana di Sydney, con lo scopo di supportare politiche a favore della sopravvivenza di spazi creativi nella città.

Supervisori 

Francesca Governa, DIST -  Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio

Liza Rose Cirolia, African Centre for Cities - Università di Cape Town

Partner Organisation

African Centre for Cities, University of Cape Town

SURGE project has received funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement No. 886772

  • Budget: 194.400 euro
  • Data inizio: 1/10/2020
  • Data fine: 30/09/2023